Medidas anti-crisis economica mundial – env via e-mail by Aristobulo

A CRISIS ECONÓMICA DEL MUNDO
 
NO ES LA PRIMERA, NI LA ÚLTIMA.
FORMA PARTE DEL MODO DE PRODUCCIÓN CAPITALISTA.
ES TAMBIÉN UNA OPORTUNIDAD.
EL DINERO SÓLO CAMBIA DE MANOS.
PROCURA QUE SEAN LAS TUYAS.
 
MANTÉN LA CALMA
CONFÍA EN TI MISMO
HEMOS SALIDO DE PEORES
LAS CONDICIONES ACTUALES DEL PAÍS SON AHORA DISTINTAS
HABLA CON LA FAMILIA Y LOS HIJOS DE TEMAS ECONÓMICOS
LO IMPORTANTE ES NO “METERLES” MIEDO
 
¿QUE ES UNA RECESIÓN?
ES UNA DESACELERACIÓN DE LA ECONOMÍA.
LAS FÁBRICAS DEJAN DE PRODUCIR POR QUE LOS MERCADOS ESTÁN SATURADOS.
ESTO PROVOCA DESPIDOS QUE  SON IGUAL A DESEMPLEO.
LAS PERSONAS DESEMPLEADAS DEJAN DE TENER INGRESO:
SU CAPACIDAD DE CONSUMO DECRECE.
SU CAPACIDAD DE PAGAR TAMBIÉN.
 
NO COMPRES LO QUE NO NECESITAS
CÍÑETE A UN PRESUPUESTO.
EVITA GASTOS SUPERFLUOS.
NO ALCOHOL, NO CIGARROS, NO PARRANDAS.
ENCUENTRA FORMAS CREATIVAS DE GANAR MÁS DINERO.
 
SI TIENES DEUDAS:PÁGALAS
 HAZ UNA NEGOCIACIÓN
 DA LA CARA
 HAZ UN PLAN PARA SALIR ADELANTE
 ¡APRENDE LA LECCIÓN!
 
SI NO TIENES DEUDAS: SONRÍE
RESISTE LA TENTACIÓN.
COMPRAR A CRÉDITO ES
  COMPROMETER INGRESOS ANTES DE HABERLOS OBTENIDO.
    LA MEJOR FORMA DE SALIR ES NO ENTRAR !
INICIA UN PLAN FINANCIERO SÓLIDO
EL PODER DEL AHORRO
EL PODER DEL INTERÉS COMPUESTO
EL PODER DEL LARGO PLAZO
A NADIE LE VA A IMPORTAR MÁS TU SITUACIÓN FINANCIERA QUE A TI MISMO
 
EL NUEVO CONCEPTO  DE RIQUEZA
NO ES CUÁNTO DINERO TIENES
SINO CUÁNTO TIEMPO PUEDES VIVIR SIN TRABAJAR
AUMENTA TUS ACTIVOS
PREGUNTA CLAVE:
 ¿COMO SERÍA TU VIDA
         SI EN ESTE MOMENTO TUVIERAS
         TAN SÓLO EL 10% DE LO QUE HAZ GANADO TODA TU VIDA?
 
OPORTUNIDAD
DE CUIDAR LO QUE TIENES
DE DESPERTAR TU CONCIENCIA
DE APRENDER A HACER MÁS CON MENOS
 
SI TIENES TRABAJO: ¡CUÍDALO!
CONVIÉRTETE EN UN RECURSO INDISPENSABLE.
NO FALTES.
TEN INICIATIVA.
SÓLO SE QUEDAN LOS   MEJORES
NO LE DES PATADAS AL PESEBRE.
ES TIEMPO DE DAR MÁS.
 
SI NO TIENES TRABAJO:
CAPACÍTATE.
APRENDE A HACER COSAS NUEVAS.
CONOCE LAS NUEVAS TECNOLOGÍAS
NO DESDEÑES LAS VENTAS: SON LA PRINCIPAL FUENTE DE RIQUEZA.
 
NO DESPERDICIES
COMIDA
ENERGÍA ELÉCTRICA
AGUA
RECICLA
 
REMUEVE LA ENERGÍA
DESHAZTE DE TODO LO QUE NO NECESITAS
NO ATESORES
SE UN BENEFACTOR: MUCHAS COSAS QUE A TI YA NO TE SIRVEN LE PUEDEN SERVIR A OTROS.
 
REPROGRAMA TU MENTE
LOS PROBLEMAS DE DINERO NO SE RESUELVEN CON DINERO
SE RESUELVEN TRASCENDIENDO EL NIVEL DE PENSAMIENTO
LA ACTITUD ES LA CLAVE
DESARROLLA UNA CULTURA EMPRESARIAL
A PESAR DE LA ADVERSIDAD
SE POSITIVO !
ESPERA LO MEJOR
ESPERA EN LA PROVIDENCIA DIVINA
¿SI ESPERANDO ALGO MALO VINIERA ALGO BUENO…?
 
FORTALECE TU VIDA ESPIRITUAL
NO HAY PERSONA POBRE CON UNA VIDA ESPIRITUAL RICA
TU RIQUEZA ES DIRECTAMENTE PROPORCIONAL
  A LA RIQUEZA DE TU VIDA ESPIRITUAL
CONÉCTATE CON LA FUENTE DE ABUNDANCIA INFINITA:
 
<DIOS>
CrIsIs EcONomICa MunDiAl MedidAS
 
 

BEN – LETRA DE LA CANCION – ADIOS MICHAEL JACKSON

Ben

Ben, the two of us need look no more
We both found what we were looking for
With a friend to call my own
I?ll never be alone
And you my friend will see
You?ve got a friend in me
(you?ve got a friend in me)

Ben, you?re always running here and there
(here and there)
You feel you?re not wanted anywhere
(anywhere)
If you ever look behind
And don?t like what you find
There?s something you should know
You?ve got a place to go
(you?ve got a place to go)

I used to say, "i" and "me"
Now it?s "us", now it?s "we"
(I used to say, "i" and "me")
(now it?s "us", now it?s "we")

Ben, most people would turn you away
I don?t listen to a word they say
They don?t see you as I do
I wish they would try to
I?m sure they?d think again
If they had a friend like ben
(a friend)
Like ben
(like ben)
Like ben

ADIOS MICHAEL JACKON 1958-2009

 

Sabiduria popular : como prolongar la vida Env via e-mail Norma Gamboa

Piense… Reflexione… Practique…
COMO PROLONGAR LA VIDA
Elimina de tu vida los números que no son esenciales.
Esto incluye, edad, peso y altura.
Deja que tu médico se preocupe por ellos.
Para eso le pagas. Disfruta de las cosas simples.
Mantén amistades alegres.
Los gruñones te bajan el ánimo.
Intenta aprendiendo cosas nuevas.
Aprende más sobre computadoras,
manuales, jardinería, lo que sea.
Nunca permitas que tu cerebro sea holgazán.
Un cerebro holgazán es la morada del demonio.
Y el nombre de ese demonio es
Alzheimer.
Disfruta de las cosas simples.
Ríe más a menudo, fuerte y por largo tiempo.
Ríe hasta que te quedes sin aire.
Las lágrimas son naturales.
Súfrelo, laméntalo
y luego sigue adelante.
La única persona que estará contigo toda la vida,
eres tú mismo. 
VIVE mientras tengas vida.
Rodéate de cosas que amas,
ya sea la familia, mascotas, música,
plantas, pasatiempos, lo que sea.
 
Tu casa es tu refugio.
 
 

Consigli per la prova di Matematica – maturità 2009

La seconda prova di matematica, per il liceo scientifico, è un grande banco di prova per gli studenti. Perciò eccovi alcuni consigli su come affrontare l’esame.

Ripasso
Partiamo dall’algebra, a parte le cose di uso più comune (equazioni), ricordatevi di ripassare bene le disequazioni (sono fondamentali nello studio di funzioni). Se la funzione da studiare è logaritmica od esponenziale, potrebbe essere utile ripassare le equazioni e disequazioni logaritmiche ed esponenziali. Non dimenticatevi di dare pure una ripassatina a come si trovano gli zeri dei polinomi e ai metodi di risoluzione dei sistemi lineari e non, in questo caso per via grafica, in genere.
Mi raccomando, ripassatevi un po’ di geometria analitica, può essere utile. Senza andare a perderci troppo tempo, i must sono:
• Equazione della retta e sue parenti (passaggio di una retta per un punto, formula distanza punto retta, ecc.)
• Equazione della parabola (al mio esame è capitata…)
• Equazione della circonferenza
Anche un po’ di trigonometria potrebbe essere fondamentale. Non bisogna ricordarsi tutto, ma le formule base tipo relazioni seno/coseno, forme di duplicazione, bisezione e somma, relazione tra i lati e gli angoli di un triangolo rettangolo.
A tutto questo si aggiungono gli argomenti del quinto anno, su cui si basa la prova.
Ripassate quindi:
• Limiti: risoluzione limiti generici, forme indeterminate, limiti notevoli.
• Continuità di una funzione.
• Derivata: significato di derivata, condizioni di derivabilità, punti angolosi, applicazione allo studio della funzione del concetto di derivata, regole di derivazione
• Integrali: calcolo degli integrali

All’esame
Innanzitutto calma e sangue freddo. Avete sei ore a disposizione, perciò c’è il tempo per fare qualcosa (oppure per copiare), anche se non siete geni matematici.
Consiglierei di cominciare a leggere attentamente i due problemi, e a scegliere quello che più vi sembra agevole. Per poterlo decidere, provate anche a fare una scaletta dei procedimenti da attuare, in maniera tale da accorgervi subito di qualche difficoltà inaspettata. Altrimenti correte il rischio di iniziare un problema, che apparentemente è facile, e poi di bloccarvi. Ricordatevi che comunque nel giudizio complessivo conta di più il problema che i quesiti. Quindi provate a vedere se riuscite ad impostare il problema e a risolvere i primi punti, che in genere sono più semplici. Provate a vedere dove arrivate, quando vi bloccate, fermatevi e prendetevi una pausa di riflessione con i quesiti, per poi ritornare al problema nel tempo restante.
Se non riuscite ad impostare il problema, allora provate ad affrontare il questionario , scartando in un primo momento le domande di cui non si conosce la soluzione e cercando di rispondere subito a quelle più semplici. Man mano che rispondete, riportate le risposte sulla vostra copia di bella. Finito di rispondere ai quesiti, cercate di affrontare il “mostro”, ovvero il problema.
Cercate, alla fine di ogni punto del problema o dei quesiti, di ricontrollare quanto avete fatto, per comprendere subito se avete fatto errori e quindi correggerli immediatamente.
Se tutto va per il vero giusto, avrete un po’ di tempo per ricontrollare il vostro elaborato. Non vi impanicate se trovate un errore, ma cercate con calma di esserne assolutamente certi ed infine correggerli. Se non avete tempo di farlo, scrivete semplicemente che avete trovato un errore e la correzione da apportare, specificando che per motivi di tempo non avete potuto farlo.
Consegnato il compito, ricordatevi, questo vale per tutte le prove, di fare mente locale sul vostro compito e confrontarlo con quello svolto su qualsiasi quotidiano, per scovare eventuali errori e trovare una giustificazione plausibile all’orale, se vi verrà richiesto. In genere si fanno vedere i propri scritti prima dell’orale, e se siete a conoscenza delle vostre pecche, potrete “confessarle” spontaneamente per far vedere che avete capito oppure sarete più pronti ad affrontare le domande del prof.

Per saperne di più conulta la Sezione Matematica di Skuola.net

 
MaTuRità 2009
 

CONSIGLI PER la prova di italiano – 2009

Domani con la prima prova di Italiano, iniziano gli Esami di Maturità 2009, so che la vostra sensazione più ricorrente di questi giorni è la paura ma  lasciate che vi dia qualche consiglio io ci son passato appena due anni fa, quindi i ricordi sono ancora abbastanza lucidi.

Prima di tutto aggiornatevi: ci sono parecchi siti legati all’argomento esami, dove troverete novità, curiosità, temi svolti e le possibili tracce.

In quest’ultimo sito potrete asoltare la web-radio, da loro istituita, completamente dedicata agli Esami di Stato, dove da questa sera alle 22 partirà la maratona radiofonica dove ci saranno novità dell’ultima ora, i rumors più accreditati, trucchi per copiare e buona musica. Ai miei tempi purtroppo non esisteva questa opportunità quindi approfittatene.

Informatevi: guardate i principali telegiornali e tenete d’occhio le notizie di maggior rilievo dopodiché approfonditele su internet attraverso i siti dei principali quotidiani.

Andate forniti: portate con voi una buona dose di temi scritti e temai, non teneteli tutti in un posto, metteteli sparsi nello zaino, nelle tasche dei pantaloni e meglio ancora incollateli alle pagine del dizionario di Italiano, (io ho fatto cosi) ma soprattutto fatevi trovare pronti ed equipaggiati (penna, matita, gomma, dizionario…), se inizierete a chiedere materiale agli altri vi farete tenere d’occhio dai professori e credo non sia questo che volete.

Mantenetevi calmi: l’agitazione è normale ma non porta niente di buono, fate finta di niente ci siete solo voi con un foglio davanti e con una penna in mano, non fate troppi movimenti all’inizio guardatevi un po attorno ma nulla di più , avrete abbastanza tempo più avanti per consultarvi con i compagni.

Ragionate ma non copiate: ragionate bene sulla traccia da scegliere, cercate di ricordare le tracce dei temi già scritti che avete con voi per vedere se coincidono ma non fate il classico copia e incolla, cercate di capire su quale degli argomenti esposti siete più afferrati o informati, insomma metteteci del vostro se scegliete la tipologia saggio breve e servitevi delle fonti presenti nella traccia, legatele bene tra loro.

Scegliete e cominciate: dopo che siete convinti della vostra scelta, iniziate a scrivere, concentravi su voi stessi su quello che riuscite a fare da soli, cercate di focalizzare il vostro tema sui vostri punti forti, non siate troppo lunghi nell’esposizione degli argomenti che non conoscete e attenti a non andare fuori traccia. Fatevi consigliare da qualche professore o da qualche compagno ma senza esagerare questa deve rappresentare l’ultima spiaggia.

Ricopiate e rileggete: bene avete concluso il tema, ma ora non siate affrettati rileggete con cura il tema, occhio agli errori di ortografia, alla scorrevolezza di lettura e alla logicità del testo. Quando siete soddisfatti ricopiatelo, se nel frattempo vi son venute altre idee cercate di inserirle come meglio potete. Temporeggiate un po, dopodiché consegnate.

Bene spero che questi semplici consigli saranno di vostro aiuto, io vi consiglio di seguirli.

Incrociate le dita e Buona fortuna!

conSigli maturiTà 2009

nOTTE PRIMA DEGLI ESAMI

  • Antonello Venditti – Notte prima degli Esami, testo

Io mi ricordo, quattro ragazzi con la chitarra
e un pianoforte sulla spalla.
Come pini di Roma, la vita non li spezza,
questa notte è ancora nostra.
Come fanno le segretarie con gli occhiali a farsi sposare dagli avvocati?
Le bombe delle sei non fanno male,
è solo il giorno che muore, è solo il giorno che muore.
Gli esami sono vicini, e tu sei troppo lontana dalla mia stanza.
Tuo padre sembra Dante e tuo fratello Ariosto,
stasera al solito posto, la luna sembra strana
sarà che non ti vedo da una settimana.
Maturità ti avessi preso prima,
le mie mani sul tuo seno, è fitto il tuo mistero.
Il tuo peccato è originale come i tuoi calzoni americani,
non fermare ti prego le mie mani
sulle tue cosce tese chiuse come le chiese,
quando ti vuoi confessare.
Notte prima degli esami, notte di polizia
certo qualcuno te lo sei portato via.
Notte di mamma e di papà col biberon in mano,
notte di nonno alla finestra, ma questa notte è ancora nostra.
Notte di giovani attori, di pizze fredde e di calzoni,
notte di sogni, di coppe e di campioni.
Notte di lacrime e preghiere,
la matematica non sarà mai il mio mestiere.
E gli aerei volano in alto tra New York e Mosca,
ma questa notte è ancora nostra, Claudia non tremare
non ti posso far male, se l’amore è amore.
Si accendono le luci qui sul palco
ma quanti amici intorno, mi viene voglia di cantare.
Forse cambiati, certo un po’ diversi
ma con la voglia ancora di cambiare,
se l’amore è amore, se l’amore è amore,
se l’amore è amore, se l’amore è amore,
se l’amore è amore.

MAtURITà 2009

 

Maturità 2009 – Buena suerte Amigos

I.Non nominare la parola “Esame” invano
II. Non interrompere un maturando nei rari momenti di studio concentrato o brucerai
all’inferno per l’eternità con tutti gli amichetti di Dante.
III. Se hai già preso il diploma, credimi, non è di ALCUNA UTILITA’ il venirmi a dire “Ma tranquillo che sono una cazzata” quando anche tu probabilmente ti sei cagato l’anima dalla paura nel periodo pre-esame.
IV. Non desiderare i sabato altrui (di chi non ha nulla da fare)
V. Non tentate di attaccare discorso con un maturando cominciando la frase con “Ah insomma quest’anno hai gli esami?”… rischiate solamente di ricevere un profondo e sentito VAFFANCULO.
VI. Non desiderare il cervello d’altri (Di coloro che a differenza tua hanno studiato durante l’anno e stanno solo “facendo un ripassino”)
VII. Cari liceali, sappiate che con la frase “Almeno te hai finito” non ci date una mano… no, ci fate solo pensare che, nonostante sia vero che abbiamo finito, voi al 10 luglio avrete iniziato le vacanze da un mese… noi le cominciamo (se Zeus vuole).
VIII. Onora gli esaminatori ed il presidente di commissione
IX. Non esiste nessun contatto umano all’infuori della tua famiglia ( e anche quest’ultima solo se sei fortunato! )
X. In sei giorni Zeus ha fatto il cielo e la terra e il mare e quanto è in essi, ma si è riposato il giorno settimo. Perciò te, CHE NON SEI EVIDENTEMENTE ZEUS, sfrutta anche il settimo giorno.

E ancora aggiunte da voi:

"Non chiedere al maturando che università vuole fare.Ne ha talmente piene le palle in questi momenti che riceveresti una barca di insulti."

"Non chiedere al maturando se vuole passare la giornata in piscina perché si, lo vorrebbe, ma per volontà superiore ne è impedito"

"Rifiuta l’estate tua tentatrice in tutte le sue forme: piscina, sole, disco e tutto ciò che ti allontana dalla santa scrivania con i tuoi minimo 10 libri da studiare"

"La cosa che ti sembra più inutile, sarà quella che sicuramente si presenterà all’esame"

Considera Dante come una lettura piacevole e smettila di rimandarla che tanto lo sai che ti verrà chiesta."

"Onora il caffè come supremo mezzo di concentrazione"

"Non studiare nelle vicinanze di un pc dotato di connessione ad internet e pagina di facebook sempre disponibile"

 
MaTuriTà 2009 MatuRità 2009 Auguri
 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.