Prevenzione – A udine – una semplice analisi

Prevenzione secondaria

I vantaggi della diagnosi precoce.

  • Minore estensione locale della Neoplasia,
  • Modesta frequenza di metastasi linfonodali,
  • Assenza di metastasi a distanza,
  • Minore entità di metastatizzazione occulta,
  • Maggiore tasso di guaribilità.

La prevenzione secondaria si basa soprattutto sugli interventi di screening, coinvolgendo persone asintomatiche e sane nella quasi totalità dei casi. Se un programma di screening è adottato, vi è la dimostrazione del vantaggio per la comunità nel suo complesso da un lato, a fronte di un rischio minimo per pochissimi individui di avere degli svantaggi dal programma poc’anzi menzionato.

Lo scopo dello screening oncologico è quello di ridurre la mortalità e, se possibile, anche l’incidenza, identificando individui con lesioni pre-sintomatiche, che possono richiedere ulteriori esami ed un eventuale trattamento.

Un trattamento appropriato per i casi identificati dallo screening “deve” comportare un tasso di guarigione decisamente più elevato. L’imperativo etico nello screening è quello di assicurare che i potenziali benefici superino gli svantaggi.

segue prevenzione

PreVeNziOne CaNcRo prevencIOn CaNcER

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: